presepe in cartone fai da te
presepe in cartone fai da te

Appena passa la bella stagione ed inizia l’autunno, già ci si proietta verso quelle che saranno le prossime vacanze, le Natalizie. Per questo occorre iniziare a pensare come abbellire la casa, se si vuole ricorrere a soluzioni fai da te, il tempo è necessario.

Creare degli addobbi in casa, per la casa, è sicuramente anche un’esperienza che in qualche modo riproduce lo spirito stesso del Natale. Un elemento fondamentale della festività natalizia è il presepe.

La composizione del presepe di natale permette di giocare molto con la fantasia, il bricolage e la capacità creativa e manuale di tutti coloro che partecipano alla sua messa in opera. La scelta del materiale è importante, essa determina sia la difficoltà della creazione che la spesa da intraprendere per il recupero di tutto l’occorrente.

Riuscire a comporre un presepe in cartone è senza dubbio una delle soluzioni più semplici ma di sicuro impatto!

Materiale per creare un presepe di natale in cartone

Che cosa occorre per realizzare un presepe di natale in cartone? Sicuramente si tratta di avere a disposizione oggetti di facile reperibilità. Essi infatti sono:

  • Scatole di cartone di varia grandezza;
  • Cartoncini;
  • Carta per le montagne, carta argentata per l’effetto acqua, carta blu per il fondale;
  • Carta da pacchi;
  • Colla a caldo;
  • Segatura, sassolini, muschio, sabbia;
  • Ovatta;
  • Taglierino;
  • Forbici;
  • Punteruolo;

In generale, tutti gli oggetti in elenco si possono trovare in casa o nelle cartolerie. A partire dalle scatole che si reperiscono facilmente anche dai negozi che desiderino sbarazzarsi di ingombri di cartone. Una volta a disposizione ciò che occorre si passa alla messa in opera del presepe.

Da dove iniziare: il disegno del presepe

Il primo passo da eseguire per realizzare un presepe di natale in cartone è il disegno. Infatti sarebbe troppo complesso riuscire a costruire qualcosa senza che ne possiamo avere una guida prima.

struttura di un presepe in cartone fai da te
struttura di un presepe in cartone fai da te

Fare un disegno, un bozzetto di ciò che si desidera realizzare, permetterà di avere una sorta di linea da seguire, nella realizzazione tridimensionale di quanto disegnato.

Bisogna infatti avere bene in mente la struttura generale del presepe, quali sono gli elementi che lo compongono e dove debbano essere collocati, prima di iniziare il tutto. In generale, le componenti di base da realizzare sono: la capanna, le montagne, il fondale, le casette, i personaggi.

Passaggi per gradi: come fare un presepe di natale

Una volta eseguito il disegno, occorre dividere il lavoro e gli elementi su diversi piani. Il presepe distribuito su più livelli avrà un impatto scenico maggiore e potrà risultare più profondo e con più elementi da poter scoprire osservandolo.

La bellezza del presepe poi è proprio questa: poter immergersi nel suo mondo, il quale rivela sempre angoli nuovi e nascosti, in cui scoprire personaggi, una luce particolare, un elemento naturale come un fiume, un laghetto, il tutto per stupire chi osserva e determinare così un’atmosfera quasi magica.

Dunque, per poter dare profondità occorre procedere creando dei piani. In primo piano va posta la Natività, con i personaggi di dimensioni più grandi. In secondo piano invece occorrerà inserire l’ambiente intorno alla grotta, quindi le casette, con personaggi di dimensioni più piccole.

Infine l’orizzonte con le montagne e ciò che può far parte del paesaggio. In ultimo verrà posto il fondale che permetterà di poter realizzare dei giochi di luce, dal buio alla luminosità oppure mantenendo sempre uno sfondo notturno con luci piccole al led. Gli abbellimenti con le stradine di sabbia o ghiaia, il fiume con la carta argentata, il muschio per il prato e le colline, la segatura per creare effetti più veritieri a terra o sui tetti saranno tutti i decori che verranno inseriti dopo aver messo in piedi la struttura di base.

esempio di presepe in cartone
esempio di presepe in cartone

Creare le componenti e posizionarle nel presepe di natale

Il primo passo da fare è quello relativo al posizionamento del fondale, il quale andrà ad avvolgere tutto il presepe, nella sua lunghezza intera. Il fondale può essere realizzato semplicemente con della carta azzurra oppure applicando un cartone adeguatamente pitturato, come fosse un cielo.

A seguire, ci si può dedicare a creare la Natività e le case con il cartone. La grotta può essere realizzata con una vera e propria scatola posta in orizzontale, poi ricoperta di elementi decorativi come il sughero o la corteccia degli alberi, raccolta in giardino o al parco.

Si potranno poi formare intorno delle casette, attaccarle l’una sull’altra tramite la colla a caldo, aggiungere dei tetti con piccoli lavoretti di stucco.

Il tutto può essere lasciato sia del colore caldo del cartone oppure può essere colorato tramite i colori a tempera. L’ovatta può essere utile per simboleggiare la neve caduta sul paesaggio e sulle case. Tutte le strutture create vanno bloccate sulla base tramite la colla a caldo, così il presepe risulterà più stabile possibile.

Per la realizzazione delle casette, si possono utilizzare anche dei ritagli di giornale. Questi vanno incollati ai pezzetti di cartoncino o alle scatolette recuperate e si lasciano asciugare per circa 12 ore. Passato questo tempo, le casette così rivestite possono essere dipinte con colori tipo ocra, arancione, marrone, per dare un effetto più veritiero al paese.

Una volta creata la struttura e il paesaggio si possono inserire i personaggi per far vivere l’ambiente realizzato.

La paglia e il sughero sono ulteriori materiali da poter utilizzare per creare un ambiente naturale più verosimile e per andare a coprire magari quei punti, gli angoli, più complessi in cui si svela troppo il materiale sottostante del cartone. Riuscire a creare un paesaggio che non sia regolare, come il cartone, ma che abbia delle increspature, senza dubbio determina un’immagine più d’impatto.

Un presepe fai da te, una volta concluso, è una gioia per tutti coloro che hanno partecipato alla sua formazione e per la casa in cui si trova.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here